IN VIRGILIO

CERCA IN

Ferrara Buskers Festival, quando arte e musica si tingono di verde

Sta per concludersi la 25° edizione del Ferrara Buskers Festival, la più importante manifestazione internazionale dedicata all'arte di strada. Attenzione all'ambiente, creatività, cultura e ogni sorta di strumento musicale, presenti anche quelli generati da materiale di recupero, salutano e danno appuntamento all'anno prossimo.

Un Festival in cui tutto lo staff – organizzatori e direttore compresi – si sposta in bicicletta, che fornisce speciali omaggi a chi dimostra di essere arrivato a Ferrara con il treno e che distribuisce gratuitamente astucci per non gettare i mozziconi di sigaretta per terra ma anche che recupera ogni singolo tappo di plastica in circolazione, mette a disposizione gratuitamente acqua refrigerata proveniente dall’acquedotto cittadino e fa sconti del 10% sulle consumazioni presso i gazebo presenti a chi usa i bicchieri riutilizzabili realizzati per l’occasione, merita grande attenzione e plauso.

Ma nel caso del Ferrara Buskers Festival (www.ferrarabuskers.com), la più importante manifestazione internazionale dedicata all’arte di strada, che vedrà in piazze e strade dello splendido centro emiliano i suoi musicisti fino a domenica 26 agosto, i motivi per partecipare, affezionarsi e farvi ritorno sono ancora più numerosi.

Sia per la varietà di generi musicali e realtà culturali presenti, come vi avevamo già raccontato in un precedente articolo, che fanno diventare Ferrara per oltre una settimana una sorta di ombelico del mondo, sia per i colori, la creatività e il rinnovato senso di coesione e di piacere nel rivivere, come un tempo più di adesso si faceva, la strada e la piazza.

Quello che sta per concludersi non è solo un Festival di musica e cultura che mette in vetrina talento e ogni sorta di strano strumento presente in circolazione – vedi la chitarra basso che suona come un pianoforte, le percussioni a forma di disco volante o gli speciali flauti bottiglia riempiti ad arte di acqua, senza scordare gli strumenti ottenuti da materiale riciclato (dal barattolao, un birimbao costruito con un bastone di legno, un barattolo di latta e un filo di acciaio alla Sediaembè, un Djembè costruito con una sedia e un bidone di plastica) - ma anche  un momento di condivisione e scambio, per conoscere, ritrovarsi e stare bene con gli altri nel rispetto del pianeta.

I buoni propositi per l’anno a venire sono già stati stilati: Il Festival si impegna entro il 2013 a eliminare tutte le affissioni, mantenendo la realizzazione di un manifesto artistico a scopo di collezionismo. Non resta che dire arrivederci e aspettare pazientemente che un’altra estate lasci spazio alla festa. Per guardare le foto di questa edizione, vai alla nostra fotogallery.

Torna alla Home page

Buskers Festival
presentazione del Festival 

Ferrara Buskers Festival 20Ferrara Buskers Festival 2012

Torna a Ferrara dal 17 al 26 agosto 2012 l'appuntamento con la rassegna nazionale del musicista di strada. Questa 25esima edizione sarà dedicata ai Paesi dell'Unione Europea e avrà un occhio sempre più attento rivolto all'ambiente.

SEGUI GO GREEN ANCHE SU: