IN VIRGILIO

CERCA IN

Elettricità e calore: arriva il pannello ibrido fotovoltaico termico

Un pannello fotovoltaico innovativo, in grado di produrre energia elettrica e termica, dialogando con sistemi a pompa di calore o con qualsiasi altro tipo di impianto termico.

Sembra un’ipotesi lontana, ma in realtà è più concreta di quanto si possa immaginare: è in commercio il pannello fotovoltaico in grado di rispondere alle esigenze domestiche di elettricità, riscaldamento, raffreddamento e acqua calda sanitaria. Parliamo dei moduli H-NRG realizzati da Anafsolar, un vero e proprio pannello ibrido fotovoltaico termico in grado di produrre simultaneamente energia elettrica ed energia termica, garantendo più energia utilizzabile rispetto ai tradizionali pannelli fotovoltaici presenti sul mercato.

Il modulo H-NRG, infatti, oltre a convertire in energia elettrica parte dell’irraggiamento solare che capta, ha sul retro un collettore di alluminio in grado di trasferire il calore in eccesso generato dall’irraggiamento solare e dalla corrente prodotta dalle celle fotovoltaiche ad un sistema termico a circuito chiuso acqua/glicole. Questa soluzione tecnica si può interfacciare con qualunque impianto termico oggi esistente e offre tre opportunità: la capacità di produrre acqua calda per le utenze domestiche; l’accoppiamento con pompa di calore per il riscaldamento e i sanitari; la capacità di abbattere la temperatura di esercizio delle celle fotovoltaiche e quindi di aumentare la produzione di kWh annui.

Non va dimenticato, inoltre, che le pompe di calore possono lavorare, con l’inversione di ciclo, anche per il raffreddamento estivo, mantenendo tutti i vantaggi rispetto alle tecnologie tradizionali. In questo senso è prevista la dispersione, da parte dell'impianto pdc, del calore prelevato dall’ambiente a temperatura controllata (raffrescato) mediante un dispersore esterno avente dimensioni sufficienti per lo smaltimento di tutta l’energia asportata.

Un’ottima soluzione per alleggerire i conti in bolletta, e non solo: calcolando come in Europa ben l’80% del consumo energetico sia riconducibile ai costi di riscaldamento e acqua calda sanitaria, l’ipotesi di adottare su larga scala questi nuovi moduli PVT si fa ancora più promettente.

Il costo di questi pannelli è più o meno equiparabile a quello di un impianto fotovoltaico tradizionale, ma le condizioni cambiano a seconda delle opzioni prescelte. Le soluzioni in effetti sono varie, passando da un kit predefinito che produce circa 3kW elettrici ad impianti in grado produrre 30 Kw termici, quantità che, per intenderci, consente una riduzione fino al 60% dei costi derivanti dall’utilizzo di gas metano (per avere un’idea di costi e ricavi).

Torna a Virgilio Go Green

 

pannelli fotovoltaici termiciFonte: Anaf Solar
impianti rinnovabili 

pompe di calorePompe di calore, come funzionano e perché convengono

Un approfondimento sulle pompe di calore, una delle migliori alternative al riscaldamento domestico tradizionale: dai modelli in commercio agli incentivi sfruttabili.

ridurre i consumi 

pecore isolamentoIsolamento termico: per le case arriva il cappotto in lana di pecora

Il primo isolante totalmente naturale e atossico: in Sardegna la lana delle pecore viene recuperata con creatività. Da rifiuto speciale a strumento coibentante.

SEGUI GO GREEN ANCHE SU: